Ladri in casa

Le statistiche dei ladri in casa, colpite 10 famiglie su 1000 in Italia, come entrano in azione e come evitarli con serrature sicure.

Statistiche dei furti in casa

Le statistiche on line parlano chiaro, 10 famiglie su mille vivono il trauma del furto in abitazione, 7 su mille l’esperienza di un borseggio, anche in auto, e una persona su 1000 all’anno assiste, direttamente o indirettamente ad una rapina.

Il furto è un reato penale che crea frustrazione e conseguenze psicologiche difficili da superare.

Rispetto al 2014 i furti in appartamento sono scesi circa di un 30 per cento, tuttavia la ferocia e la freddezza criminale con il quale agiscono questi delinquenti non è cambiata per niente.

Zone più colpite dai ladri in casa

I furti in appartamento, seguendo fonti autorevoli come il CENSIS, riportano dati ricorsivi, sono diffusi più al centro nord Italia, dove 12 famiglie ogni mille abitanti, rispetto le 7 ogni mille del mezzogiorno, si trovano la casa svaligiata o faccia a faccia con i ladri.

Lombardia, Piemonte, Lazio e Veneto sono le regioni più colpite dal furto in abitazione, dai furti nei garage e rapine nei negozi.

Furti in casa e di identità: le città del Veneto con più casi totali fra effrazioni, rapine e frodi informatiche

Le città venete che risentono di più delle intrusioni di ladri in casa e delle frodi informatiche sono Venezia e Verona.

Dati annuali: Venezia 3475 furti ogni 100.000 abitanti con 29600 denunce e Verona con 2710 furti ogni 100.000 abitanti e 25200 denunce, seguono Vicenza e Padova.

Altre informazioni interessanti si riferiscono a problemi collaterali piuttosto inquietanti in tema di sicurezza della casa:

  • tendenza di aumento dei furti e delle rapine negli esercizi commerciali,
  • furti e atti vandalici effettuati da minorenni con l’accrescere del fenomeno delle baby gang,
  • il fenomeno dell’occupazione abusiva degli immobili.

Cosa rubano i ladri in casa

I maghi del furti sono dei calcolatori e freddi esecutori, criminali con una grave problematica dello spettro autistico che li rende inarrestabili.

I ladri d’appartamento e in villa puntano a monetizzare nel modo più veloce possibile gli oggetti della refurtiva, la velocità è tutto, dal colpo alla rivendita o ricettazione.

L’obiettivo è sempre quello di lucrare come se non ci fosse un domani; beni che sono spesso costati sacrifici ai genitori più premurosi.

Gli oggetti di grande interesse dei ladri, oltre al denaro ed oggetti preziosi sono: orologi, smartphone, tablet, bici da corsa e bici elettriche, moto, monopattini, cibo e alcolici.

Una delle paure che hanno i genitori quando si assentano dall’abitazione e quella per i figli giovani che restano soli a casa a studiare, in taverna o in studio, e i ladri possono sfondare l’entrata passando dal garage.

È fondamentale prendere atto della vulnerabilità che hanno gli accessi e le serrature in un’abitazione e tutti gli angoli dai quali i ladri potrebbero entrare facilmente in casa.

Dove cercano i ladri in casa

Il primo locale messo a soqquadro è la camera matrimoniale, aprono comodini e armadi, maltrattano i vestiti, alla ricerca di preziosi, orologi, dispositivi multimediali, la cassaforte.

Nel 2020, lo ricordo come se fosse ieri, nel comune di Rubano, in provincia di Padova, una povera signora è stata legata alla sedia con il nastro adesivo finché i malviventi mettevano sottosopra la casa.

Non deve aver passato un bel quarto d’ora!

Ed io so perfettamente che tu NON vuoi che questo succeda a qualche tuo famigliare.

L’errore madornale: lasciare denaro in ingresso

Lasciare del denaro nell’ingresso di casa, in bella vista, con la speranza che il ladro lo prenda e se ne vada senza fare danni è un errore madornale, per i delinquenti significa lanciare loro una sfida e faranno dei danni ingenti in casa prendendola d’assedio.

L’assicurazione potrebbe anche non pagarti i danni o pagarli in una piccola parte, specialmente se la serratura installata è vecchia e non presenta alcun segno d’effrazione.

Ladri in casa e l’errore più frequente

Luci e tv accese per simulare di essere in casa approfittando di una breve uscita

L’errore più frequente è quello di uscire di casa lasciando le luci o la tv accese, i vicini potrebbero non accorgersi di nulla causa gli abituali rumori di fondo che li confondono fra te che esci di casa e i ladri che entrano con la chiave bulgara.

La chiave bulgara, se non lo sai, è un attrezzo micidiale per manipolare le serrature e che ti mostrerò fra pochi paragrafi.

Furti in casa di notte

Gli orari preferiti per commettere un furto non sono solo quelli della metà mattinata, quando i ladri approfittano delle premurose signore che escono di casa per fare la spesa quotidiana;

arrampicatori senza scrupoli salgono sui ponteggi perimetrali durante le opere di ristrutturazione edilizia.

Stanno crescendo fenomeni di furti di sera dalle ore 18.00 alle 22.00, specialmente quando interi condomini, abitati da giovani famiglie, vedono uscite in massa;

il venerdì sera per andare in palestra o il sabato sera per fare festa con gli amici, lasciando così semi vuoto lo stabile.

Come prevenire i furti in casa

Alla domanda come evitare furti in casa, la risposta non è secca, anzi, perché la risposta è: dipende.

Dipende dalla tua sensibilità al problema e se intendi agire per fare prevenzione e come farla.

Ci sono tuttavia delle regole e delle attenzioni particolari che hanno a che vedere con la comune saggezza popolare, sono correlate ai propri comportamenti ed abitudini.

Mostrare il proprio stile di vita a tutti, soprattutto sui social, è una scelta che comporta responsabilità, potrà attrarre una potenziale banda di ladri o chi per loro esegue dei sopralluoghi tattici propedeutici alla pianificazione del furto in casa.

Quando di fa ‘cumarò’ e chiacchiericcio in condominio, specialmente quando si comunica una vacanza imminente, occorre sempre appartarsi in luoghi non esposti.

Esistono dei simboli dei ladri che lasciano all’ingresso dell’abitazione prima commettere il furto e sono un indicatore fondamentale da prendere in alta considerazione.

Esistono anche delle conseguenze psicologiche, degli strascichi e dei traumi dopo un furto in casa non facili da rimuovere dalla propria mente.

Segni dei ladri sulle case, articolo completo;

Cosa succede a livello psicologico dopo un furto, articolo completo

Un altro errore è banalizzare la prevenzione snobbando i sistemi antintrusione passivi ed attivi per rendere la propria famiglia e la propria casa più sicuri.

Ho davvero assistito a bambini e mamme in lacrime durante un sopralluogo per installare serrature più sicure ed è un tuffo al cuore vederli in quello stato emozionale.

Come entrano i ladri in casa se la serratura e l’allarme sono obsoleti

I ladri sono aggiornati ed attrezzati, per quanto riguarda il sabotaggio di sistemi di allarme e dispositivi elettronici ho creato un report (in lingua inglese) sui disturbatori di segnale e lo trovi qui.

Se la tua porta di ingresso, magari blindata, installa una serratura a doppia mappa devi farla cambiare immediatamente con una più sicura.

Il motivo è che i ladri entrano velocemente in casa, se ne fregano delle sirene, e manipolano in meno di un minuto una vecchia serratura senza farsi sentire.

Il problema collaterale è che, senza un’evidente prova di scasso, l’assicurazione non sempre paga.

Che frustrazione!

Attenzione a questo video! Ecco come entrano i ladri in casa con la famigerata chiave bulgara.

Furti e razzie, sono entrati i ladri in casa cosa fare

L’espletarsi di questi reati porta sempre più le persone ad agire, in particolar modo nella propria abitazione, installando sistemi di sicurezza antieffrazione e antintrusione come le moderne serrature sicure con cilindro europeo.

Porte blindate, inferriate, scuri in legno e serramenti devono installare rigorosamente serrature di sicurezza antieffrazione per eliminare il problema dei ladri in casa.

Proprio per questo non tutti sono consapevoli se le loro serrature di casa sono sicure o meno, dire inferriata o porta blindata è una semplificazione che evoca un senso apparente di sicurezza perché nella mente blindato uguale forte e sicuro.

Anche questo è un modo superficiale di banalizzare uno scopo ben preciso, proteggere la casa.

La tua attuale porta blindata e quella del garage sono realmente sicure? Quasi nessuno lo sa davvero.

Sei hai un dubbio sulla reale sicurezza delle serrature installate nella tua abitazione entra in contatto con Fabbro Venezia, Michele Bortolotti.

Per installare serrature sicure puoi richiedere una consulenza e verificare il tuo reale punteggio antieffrazione delle serrature di casa tua.

Ecco i nostri contatti diretti

+39.348.8151975

+39.344.1597391

Michele Bortolotti ha messo al sicuro famiglie premurose con la prevenzione, e in alcuni casi dopo che si è verificato un furto in abitazione, furto di oggetti in casa, furto di bici e moto in garage, nelle città e comuni di: Venezia, a Mestre, Padova, Treviso, Abano Terme, Albignasego, Campodarsego, Camposampiero, Castelfranco Veneto, Chioggia, Cittadella, Conegliano, Dolo, Limena, Jesolo, Mestre, Mestrino, Mira, Mirano, Mogliano Veneto, Monselice, Montebelluna, Noale, Oderzo, Paese, Pieve di Soligo, Piove di Sacco, Ponte San Nicolò, Rubano, Scorzè, Selvazzano Dentro, Silea, Vigonza, Vittorio Veneto.

Taggato , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono chiusi.